La Bouche de Fer
Home page > La Bocca di Ferro

La Bocca di Ferro

Articoli di questa rubrica


Erich Mühsam (La Bocca di Ferro)

lunedì 30 agosto 2010 di labouchedefer
Triste paradosso per Erich Mühsam quello di essere ad un tempo lo scrittore anarchico più mal conosciuti e uno dei più controversi! Il più mal conosciuto, perché la sua opera non è stata oggetto di nessun vero studio [1]. Anche negli ambienti germanisti, ci si accontenta di evocare i suoi legami con (...)


Jules-Félix Grandjouan (La Bocca di Ferro)

martedì 8 giugno 2010 di labouchedefer
di OLT In poco più di dieci anni di esistenza, una rivista segnò il giornalismo ed il disegno a stampa. Oggi L’Assiette au Beurre (1901-1912) resta il riferimento in materia della stampa satirica. Il concetto era semplice: ogni numero era dedicato ad un tema che, molto spesso, un solo disegnatore (...)


Gustave Henri Jossot (La Bocca di Ferro)

martedì 8 giugno 2010 di Felip Equy

Benché non sia del tutto caduta nell’oblio, l’opera del caricaturista Jossot (1866-1951) meriterebbe una maggiore diffusione. I suoi migliori disegni datano dell’inizio del secolo, ma i soggetti da lui trattati sono sempre di attualità ed il suo grafismo, sorprendentemente moderno all’epoca, non è ancora invecchiato.



Makhno (La Bocca di Ferro)

martedì 8 giugno 2010

L’interessante sito La Bouche de Fer, oltre ad interessanti articoli possiede anche una rilevante sezione fumettistica curata da un certo OLT, in cui sono narrate attraverso una o più tavole vicende epocali del movimento anarchico o di alcune sue figure del politiche.

Proporremo nel nostro blog traduzioni di queste storie a fumetti conservando la struttura originale delle tavole grazie ad un programma di grafica chiamato Paint.

La prima storia che presentiamo, la più lunga della serie, riguarda Nestor Makhno e si sviluppa per 12 tavole. Sulla figura di Makhno e del suo movimento di resistenza proporremo prossimamente anche degli articoli inediti.



Frantisek Kupka (La Bocca di Ferro)

martedì 8 giugno 2010 di Felip Equy

All’inizio del XX secolo, come numerosi pittori e scrittori, fu sensibile alle idee anarchiche.

Nato nel 1871 a Opocno nella Boemia orientale, molto presto orfano, ha avuto un’infanzia povera. Dotato per il disegno, frequenta le scuole delle belle -arti di Praga (nel 1888) poi di Vienna (1892). Si trasferisce a Parigi nel 1896.



La Makhnovishina (La Bocca di Ferro)

martedì 8 giugno 2010 di Y. B.
Sommaire Le Guardie nereNestor MakhnoL’azione di KovalevichLe calunnie Quando scoppia la rivoluzione russa, i partiti politici non svolgono alcun ruolo. La popolazione prende in mano il suo destino organizzando liberi soviet ( o consigli) di operai, contadini e soldati. (...)




Home page | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche delle visite | visite: 113878

Monitorare l'attività del sito it  Monitorare l'attività del sito La Bocca di Ferro   ?

Sito realizzato con SPIP 2.0.8 + AHUNTSIC

Creative Commons License